giovedì 19 giugno 2008

225 ANNI DI ORGOGLIO STABIESE

Era il 20 giugno 1783, quando nel luogo detto Pontone, in Castellammare di Stabia, viene fondato da S.A.R. FerdinandoIV di Borbone il Real Cantiere Navale. Vista la vicinanza dei boschi, la ricchezza di acqua che offriva la cittadina, (fu realizzato un acquedotto ancora visibile nei pressi della reggia di qusisana) e la presenza di maestri d'ascia rinomati per le loro costruzioni navali, non poteva esserci posto migliore per realizzare quello che diventò l'orgoglio della marina del Regno delle Due Sicilie. Prima nave ad elica, prima nave in ferro, questi ed altri primati resero unico questo cantiere. Fino al 1861, anni in cui iniziò lo smantellamento dello stesso per favorire l'apertura dei cantieri navali a Genova.
Successivamente entro nei beni gestiti da società statali, che come il resto delle Due Sicilie, venne gestito in modo fallimentare, facendo rischiare molte volte la chiusura ed il fallimento del più antico cantiere navale della penisole.
225 anni di orgoglio stabiese.
Nello Esposito

1 commento:

Ambro ha detto...

... una delle tante nefandezze volute dai piemontesi massonici ai danni della nostra Patria duosiciliana.
Un altro fiore all'occhiello di quella banda di lestofanti che da subito ha preso il controllo e che viene oggi comunemente chiamata la finanza tosco-padana

Ambro